Misura iniziale della maggiorazione di cui all'art.6 della legge n°140/85: deciderà la Corte Costituzionale

Com'era ampiamente prevedibile, la norma interpretativa sulla misura iniziale della maggiorazione di cui alla legge n°140/85, contenuta nella finanziaria 2008, è stata impugnata presso la Corte Costituzionale (ordinanza n°181 del 7/2/2008, pubblicata sulla G.U. 1ª serie speciale n°25 dell’11/6/2008 e ordinanze n°191-192-193 del 29/1/2008, pubblicate sulla G.U. 1ª serie speciale n°27 dell’25/6/2008).

Per ricostruire i passaggi che hanno portato a questa situazione, rinviamo al precedente articolo sulla discutibile norma introdotta nell'ultima legge finaziaria.

Sarà quindi la Corte Costituzionale a stabilire in via definitiva quale principio dovrà applicarsi per quantificare la misura iniziale della maggiorazione, che interessa tutti gli invalidi di guerra e i loro congiunti che lavorano nel settore privato e quindi non hanno diritto ai benefici della legge n°336/70.

Questa decisione sarà vincolante e operativa per tutti gli interessati, ferma restando la prescrizione di dieci anni per gli arretrati.

Non è al momento possibile fare nessuna ipotesi sui tempi in cui questa decisione verrà presa nè sull'esito: da un lato infatti la incostituzionalità della norma appare palese, dall'altro però va ricordato che la Corte Costituzionale, con il pretesto delle esigenze di bilancio, si è sempre mostrata piuttosto "morbida" con queste disposizioni pseudo-interpretative, che minano molto il rapporto di fiducia tra i cittadini e lo Stato.

Ultima modifica il Mercoledì, 09 Maggio 2012 10:32

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information