Modifiche al Codice della Strada e invalidità

Con la legge 29 luglio 2010, n.120 sono state introdotte molte novità nel Codice della Strada. Tra le tante innovazioni, meritano di essere segnalate qui le poche riguardanti direttamente i guidatori e le persone invalide.

L'art.23, comma 2, della legge n.120 ha ribadito che le spese relative all'accertamento dei requisiti psichici e fisici per il rilascio della patente, compresi gli emolumenti da corrispondere ai medici, sono a carico dei soggetti richiedenti. Questa norma si applica anche agli invalidi di guerra di qualsiasi categoria, dato che in tale ipotesi non hanno validità le esenzioni di tipo sanitario. Il pagamento infatti si configura non tanto come una partecipazione alla spesa sanitaria in generale, quanto come un onere in cambio di uno specifico servizio.

L'art.58 della medesima legge ha introdotto delle modifiche alla normativa sulla privacy per quanto riguarda il contrassegno per i veicoli al servizio di persone invalide; queste modifiche, attese da tanti anni, dovrebbero consentire presto l'adozione del "Contrassegno Unificato Disabili Europeo", che avrà validità in tutta l'Unione Europea.
Per ottenere ciò, sarà però necessaria l'adozione di un regolamento attuativo da parte del Ministero competente, che speriamo possa vedere la luce entro termini ragionevoli.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information