Residuati bellici in Basilicata, potenziale pericolo sottovalutato

La prossima tappa della campagna di sensibilizazione sugli ordigni bellici inespolosi, lanciata dall'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, sarà la Basilicata, dove presto Giovanni Lafirenze - referente del Dipartimento ordigni bellici dell'Associazione - incontrerà con la consueta passione e competenza alcune scolaresche della Regione.

Proprio in vista di questi incontri, Giovanni Lafirenze è stato intervistato dalla Gazzetta del Mezzogiorno, intervista che è stata pubblicata nel quotidiano l'8 gennaio.

Ringraziamo la Gazzetta del Mezzogiorno per aver dato visibilità a questa nostra iniziativa, contribuendo a diffondere l'informazione su questo fenomeno largamente sconsciuto, soprattutto in certe zone dell'Italia.

Ultima modifica il Giovedì, 08 Gennaio 2015 15:25

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information