Mostra fotografica "I bambini e la Guerra, 1939-1945 – World War Two"

Il 22 novembre 2016 è stata inaugurata a Catania, presso il Polo Museo Tattile, la mostra fotografica dal titolo "I bambini e la Guerra, 1939-1945 – World War Two", organizzata dall'Associazione Nazionale Vittime Civili di Guerra, con la collaborazione del Ministero della Istruzione, dell'Università e della Ricerca, e curata dal Professor Ezio Costanzo. La mostra raccoglie foto d'archivio provenienti da tutto il mondo e un video illustrativo sui conflitti contemporanei (cliccare qui per la brochure).

Avvalendosi del potere evocativo delle immagini, questa mostra nasce con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica e soprattutto le nuove generazioni sulla violenza che la "guerra totale" ha esercitato e esercita sulla parte più indifesa della popolazione civile, i bambini. Attraverso il loro sguardo smarrito e attonito, in cui appaiono l'innocenza e la fiducia tradite, emergono con tutta la sua evidenza l'assurdità della guerra e la sua indicibile violenza verso la vita umana in tutti i suoi aspetti.

Durante la Seconda Guerra Mondiale migliaia e migliaia di bambini e ragazzi sono rimasti gravemente mutilati nel corpo e/o nell’anima, considerando anche le strazianti vicende che hanno interessato le loro famiglie. Oggi più di ieri, peggio di ieri, altre migliaia di bambini continuano a morire o a vivere tragedie in Siria, in Iraq, in Afghanistan, nello Yemen e negli altri scenari di guerra diffusi in tante aree del mondo. Fatti bersaglio delle bombe e delle armi, se sopravvivono rischiano poi la vita nel cercare di raggiungere un approdo più sicuro, spesso senza più il sostegno delle loro famiglie.

Le immagini di settant'anni fa mostrano purtroppo anche la realtà del mondo di oggi e il nostro auspicio è che gli occhi dei bambini di allora possano muovere le coscienze di tutti quanti noi affinché la pace diventi la priorità assoluta nelle grandi decisioni politiche, così come nella vita di tutti i giorni. Solo costruendo e diffondendo una vera cultura di Pace e di Solidarietà i bambini del mondo potranno tornare a guardare la vita senza paura e con la speranza di un futuro migliore.

Durante l'inaugurazione, il Presidente Nazionale ANVCG Giuseppe Castronovo ha voluto ribadire questi concetti: "Oggi più di ieri migliaia di bambini continuano a morire nelle guerre, dalla Siria all’Iraq all’Afghanistan. Il mondo non può restare indifferente e con questa mostra vogliamo che soprattutto i più giovani visitandola, scoprano gli effetti terribili provocati dall'ultima Guerra mondiale e capiscano quello che ogni giorno accade ancora in tanti angoli del mondo".

Sono poi intervenuti il Sindaco Enzo Bianco, che ha sottolineato l'importanza di un evento così significativo in una città da sempre molto attenta alla solidarietà e all'accoglienza, l'Onorevole Giovanni Burtone, che ha colto l'occasione per aggiornare i presenti sull'iter parlamentare della legge sull'istituzione della Giornata delle Vittime Civili delle Guerre e dei Conflitti, e il Senatore Mimmo Sudano, che ha portato il suo saluto. All'inaugurazione erano presenti numerosi studenti provenienti dalle scuole di Catania.

La mostra, il cui catalaogo è stato pubblicato da Le Nove Muse Editrice, sarà visitabile dal 22 novembre tutti i giorni fino al 27 gennaio (da lunedì a venerdì con orario 9-13, 15-18 e sabato con orario 8,30/13,30).


Ultima modifica il Venerdì, 25 Novembre 2016 11:53

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information