Incentivi per assunzioni di lavoratori disabili, assegnate le risorse

Con il decreto interministeriale del 24 febbraio 2016, è stato definito l'ammontare delle risorse del Fondo per il diritto al lavoro dei disabili per l'anno in corso: a questo fine sono stati stanziati € 20.000.000 da trasferire all’Inps per la corresponsione ai datori di lavoro degli incentivi previsti dalla legge sul collocamento obbligatorio e € 1.000.000 per sperimentazioni di inclusione lavorativa delle persone con disabilità.

Ricordiamo che la legge sul collocamento obbligatorio (articolo 13 della Legge n. 68/1999) prevede la concessione di incentivi nelle seguenti misure:

a) per un periodo di 36 mesi, nella misura del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per ogni lavoratore disabile, assunto con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, che abbia una riduzione della capacità lavorativa superiore al 79% o minorazioni ascritte dalla 1ª alla 3ª categoria di cui alle Tabelle annesse al Testo Unico delle norme in materia di pensioni di guerra;

b) per un periodo di 36 mesi, nella misura del 35% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per ogni lavoratore disabile, assunto con rapporto di lavoro a tempo indeterminato, che abbia una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67 ed il 79% o minorazioni ascritte dalla 4ª alla 6ª categoria;

c) nella misura del 70% della retribuzione mensile lorda imponibile ai fini previdenziali, per ogni lavoratore con disabilità intellettiva e psichica che comporti una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45%, per un periodo di 60 mesi, in caso di assunzione a tempo indeterminato o di assunzione a tempo determinato di durata non inferiore a 12 mesi e per tutta la durata del contratto.

L'incentivo è riconosciuto dall'Inps in base all'ordine cronologico di presentazione delle domande.
Peraltro, l’incentivo è esteso anche ai datori di lavoro privati che, pur non essendo soggetti agli obblighi del Collocamento obbligatorio procedono all'assunzione di lavoratori disabili e ne fanno domanda.

Come risulta chiaramente dalla lettera della legge, gli incentivi non spettano nel caso di assunzione di orfani di guerra, vedove/i di guerra, profughi ecc.

Ultima modifica il Mercoledì, 06 Aprile 2016 09:32

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information