Indice di rivalutazione delle pensioni e assegni di guerra per il 2015

Per l'anno 2015 l'indice di rivalutazione delle pensioni di guerra sarà pari al 1,95%.

Della stessa percentuale sale il limite di reddito (previsto per la concessione di alcuni tipi di pensioni o assegni) che pertanto dal 1° gennaio 2015 sale da 16.057,05 euro a 16.370,16 euro.

Di seguito riportiamo gli importi mensili per il 2015 di alcuni trattamenti pensionistici di guerra:

 
PENSIONI DIRETTE

  • 1ª categoria: 644,63 euro
  • 2ª categoria: 580,05 euro
  • 3ª categoria: 514,80 euro
  • 4ª categoria: 451,89 euro
  • 5ª categoria: 387,33 euro
  • 6ª categoria: 322,86 euro
  • 7ª categoria: 258,20 euro
  • 8ª categoria: 193,62 euro
  • incollocabili: 1.016,25 euro
  • assegno integrativo 1ª cat.: 185,79 euro

PENSIONI INDIRETTE

Tabella G:

  • Orfani e vedove/i di guerra o di invalidi di 1ª cat. (Tab.G) : 365,90 euro
  • Assegno di maggiorazione Tab.G: 90,59 euro

Tabella N (reversibilità):

  • 2ª categoria: 212,94 euro
  • 3ª categoria: 188,16 euro
  • 4ª categoria: 165,16 euro
  • 5ª categoria: 141,64 euro
  • 6ª categoria: 117,99 euro
  • 7ª categoria: 108,34 euro
  • 8ª categoria: 105,40 euro

Tabella M (genitori di caduto):

  • per la perdita di 1 figlio: 176,40 euro
  • per la perdita di 2 figli : 335,18 euro

 

E' possibile verificare l'importo di ogni singolo assegno consultando il prontuario predisposto dall'Associazione e il prontuario ufficiale del Ministero dell'Economia.

Ultima modifica il Martedì, 13 Gennaio 2015 12:51

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information