Indice di rivalutazione delle pensioni e assegni di guerra per il 2013

Per l'anno 2013 l'indice di rivalutazione delle pensioni di guerra sarà pari al 2,31%. Della stessa percentuale è incrementato il limite di reddito (previsto per la concessione di alcuni tipi di pensioni o assegni) che pertanto dal 1° gennaio 2013 sale da 15.373,21 euro a 15.728,33 euro.

Di seguito riportiamo gli importi mensili per il 2013 di alcuni trattamenti pensionistici di guerra, il prontuario completo predisposto dall'Associazione può essere scaricato cliccando qui.

PENSIONI DIRETTE

    1ª categoria: 619,35 euro
    2ª categoria: 557,33 euro
    3ª categoria: 494,60 euro
    4ª categoria: 434,17 euro
    5ª categoria: 372,13 euro
    6ª categoria: 310,18 euro
    7ª categoria: 248,09 euro
    8ª categoria: 186,03 euro
    incollocabili: 976,40 euro
    assegno integrativo 1ª cat.: 178,51 euro

PENSIONI INDIRETTE

Tabella G:

    Orfani e vedove/i di guerra o di invalidi di 1ª cat. (Tab.G) : 351,54 euro
    Assegno di maggiorazione Tab.G: 87,02 euro

Tabella N (reversibilità):

    2ª categoria: 204,58 euro
    3ª categoria: 180,77 euro
    4ª categoria: 158,66 euro
    5ª categoria: 136,10 euro
    6ª categoria: 113,36 euro
    7ª categoria: 104,08 euro
    8ª categoria: 101,26 euro

Tabella M (genitori di caduto):

    per la perdita di 1 figlio: 169,52 euro
    per la perdita di 2 figli : 322,03 euro


E' possibile verificare l'importo di ogni singolo assegno consultando il prontuario ufficiale del Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Ultima modifica il Martedì, 29 Gennaio 2013 10:15

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, si acconsente all’uso dei cookie Per maggiori informazioni sull'uso dei cookie, visitare questa pagina.

Accetto i cookie da questo sito.

EU Cookie Directive Module Information